mercoledì, 3 Giugno
Shadow

Tag: #news

The Pet’s Doctor/ La filariosi cardiopolmonare nel cane

The Pet’s Doctor/ La filariosi cardiopolmonare nel cane

Consulenza, News, The pet's Doctor
  di Dott.ssa Di Sciuva Antonella (per info 3477382913) Con l'avvicinarsi della bella stagione, è importante fare un ripasso di cosa sia la filariosi cardiopolmonare. È una malattia parassitaria causata da Dirofilaria immitis, basta una puntura di zanzara infetta e un cane sano può essere infestato da larve che poi maturano e diventano vermi adulti che si localizzano nelle arterie polmonari e nel cuore. Nei casi più gravi, se non diagnosticata prontamente, può portare alla morte del cane. Una filaria adulta può infatti raggiungere i 25 cm di lunghezza. La filariosi è trasmessa da un cane infetto a uno sano, attraverso la puntura di una zanzara, che è l'ospite intermedio e il vettore del contagio tra i cani. Non è quindi possibile il contagio da cane a cane.  La filari
Coronavirus / Borrelli: “Primo maggio a casa”

Coronavirus / Borrelli: “Primo maggio a casa”

Coronavirus, News
[xyz-ihs snippet="in-article" Fonte AdnKronos  09:46 "A casa anche il primo maggio? Credo proprio di sì". Angelo Borrelli, capo della Protezione Civile, si esprime così ai microfoni di Radio Anch'io. "Gli esperti analizzano quelle che sono le curve di evoluzione dell'epidemia ma sono i fatti che contano, i dati che arrivano dalle regioni: io mi attengo a quelli e ci dicono che diminuisce il numero dei nuovi ricoverati e di quelli che entrano in terapia intensiva, aumenta il numero dei guariti e aumenta in modo contenuto il numero dei positivi e cala sensibilmente rispetto ai giorni scorsi quello dei deceduti. Siamo in una situazione stazionaria, i medici negli ospedali possono tirare il fiato", aggiunge. "I contagi restano perché sono frutto dei comportamenti
Coronavirus / Bonus autonomi e professionisti: da oggi domande online

Coronavirus / Bonus autonomi e professionisti: da oggi domande online

Coronavirus, News
Da oggi, primo aprile, sarà possibile inoltrare online le domande per ottenere l’indennità di 600 euro prevista dal decreto Cura Italia per i professionisti e i lavoratori autonomi. E' una nota Inps a ricordare la scadenza ribadendo che l'indennità non concorre alla formazione del reddito. Le domande potranno essere inviate anche nei giorni successivi al 1° aprile, collegandosi al sito e cliccando sul banner dedicato checompare sulla Home page. L’Inps fornisce le istruzioni sui requisiti richiesti per ottenere l’indennità e sulla modalità di richiesta con la circolare n. 49/2020, pubblicata oggi sul sito. Ad accedere al beneficio: liberi professionisti titolari di partita iva attiva al 23 febbraio, che non siano titolari di pensione né iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie
Coronavirus / Fondi ai Comuni e buoni spesa: “Lo Stato c’è”

Coronavirus / Fondi ai Comuni e buoni spesa: “Lo Stato c’è”

Coronavirus, News
"Lo Stato c'è". Ci tiene a chiarirlo e lo ripete più volte Giuseppe Conte, mentre annuncia le misure urgenti adottate dal governo per dare "il segno concreto" della presenza delle istituzioni nel Paese in tempi di emergenza coronavirus: la firma di un nuovo Dpcm con 4,3 miliardi ai Comuni, più altri 400 milioni allo stesso fondo, vincolati all'utilizzo "per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa". "Ci sono tanti cittadini in difficoltà, tante persone che soffrono: ne siamo consapevoli, non giriamo il volto dall'altra parte. Ci sono tante sofferenze materiali per chi ha e già aveva difficoltà per l'approvvigionamento di generi alimentari e farmaceutici", ha spiegato il premier ieri sera in conferenza stampa con il ministro dell'Economia Gualtieri. Per questo, "abbiamo firmato
Coronavirus / Oms: “Italia incredibile, popolazione è fantastica”

Coronavirus / Oms: “Italia incredibile, popolazione è fantastica”

Coronavirus, News
L'Italia è stata "veramente incredibile e la cooperazione della popolazione è fantastica, faremo di tutto per supportare e ci sono buoni segnali dallo scenario che gli esperti italiani hanno tracciato. Speriamo che questi segnali positivi continuino, ma sono molto felice che l'Italia stia facendo tutto quello che può". Lo ha detto ai giornalisti a Ginevra il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Siamo in costante contatto con i nostri esperti in Italia e con le autorità del Paese - ha aggiunto Mike Ryan, a capo del Programma di emergenze sanitarie dell'Oms - l'Italia sta affrontando il problema con forza. Ci sono alcune zone in cui c'è una trasmissione molto intensa del virus, ma ci sono altre aree dove i contagi non sono altret
Coronavirus / “in Italia il modello Cina non è applicabile”

Coronavirus / “in Italia il modello Cina non è applicabile”

Coronavirus, News
"Ci dicono che in Cina, in cui la regione più colpita dal contagio è popolosa quanto l'Italia, le misure restrittive hanno funzionato. Parliamo però di 60 milioni di persone, isolate da ogni punto di vista, su un totale di oltre un miliardo che invece ha continuato a vivere e a produrre, coprendo anche il fabbisogno di chi era impossibilitato a farlo. Noi non possiamo isolare l’intera popolazione, semplicemente per la necessità di consentire lo svolgimento delle proprie attività a una serie di categorie di lavoratori. Così con le attuali misure appiattiremo il picco delle infezioni, consentendo al nostro sistema sanitario di reggere l'urto ma, non potendo imporre la clausura per tutto il periodo necessario, allentata la restrizione si ricomincerà daccapo, con nuovi focolai, un altro picco
Coronavirus / dalle scarpe alle zampe: occhio alle bufale

Coronavirus / dalle scarpe alle zampe: occhio alle bufale

Coronavirus, News
Il pane fresco o le verdure crude possono essere contaminate da nuovo coronavirus e trasmettere l’infezione a chi li mangia? E la suola delle scarpe o le zampe di animali? Ad analizzare le 'nuove bufale' su Covid-19 è l'Istituto superiore di sanità. "Allo stato attuale non vi sono informazioni sulla sopravvivenza del virus sulla superficie degli alimenti, ma la possibilità di trasmissione del virus attraverso il pane fresco, o altri tipi di alimenti è poco probabile, visto che la modalità di trasmissione è principalmente attraverso le goccioline che contengono secrezioni respiratorie (droplets) o per contatto, purché manipolando il pane, come altri alimenti, sia rispettata l’igiene delle mani, che consiste nel lavaggio accurato con acqua e sapone per almeno 20 secondi, e in caso di toss
Coronavirus / il cardiologo: “Boom chiamate per crisi ipertensive da stress”

Coronavirus / il cardiologo: “Boom chiamate per crisi ipertensive da stress”

Coronavirus, News, Salute e Benessere
Stress e paura per l'epidemia del coronavirus fanno salire la pressione, specie di chi già fatica a tenerla sotto controllo. "Abbiamo registrato un’impennata di comunicazioni e chiamate per pressione mal controllate e crisi ipertensive: quasi il 60% dei pazienti chiama contro il 5% in situazioni di normalità". Lo afferma all'Adnkronos Salute Fulvio Borzillo, cardiologo del Gruppo sanitario Usi di Roma.   Per contrastare questo tipo di problemi durante la quarantena esistono alcune indicazioni da seguire: sport in casa e alimentazione corretta, con una dieta povera di grassi. Ma quali sono i rischi in cui si può incorrere in questi giorni? "I pazienti ipertesi potrebbero iniziare ad avere uno scarso controllo della terapia e anche difficoltà nel cambiarla, per spostarsi e reperi
Coronavirus / numero verde per malati di diabete

Coronavirus / numero verde per malati di diabete

Coronavirus, News, Pubblica utilità, Salute e Benessere
L’emergenza COVID sta mettendo a dura prova l’organizzazione del servizio sanitario. Non fa eccezione il mondo del diabete. Per non far sentire i pazienti abbandonati e in balia dei loro dubbi e delle loro paure, la Società Italiana di Diabetologia (SID) e l’Associazione Medici Diabetologi (AMD) hanno deciso di istituire un numero verde per venire incontro alle esigenze delle persone con diabete, costrette a casa come il resto della popolazione e senza possibilità di effettuare le visite e prestazioni ambulatoriali già programmate. L’iniziativa, che non ha sponsorizzazioni esterne ma è tutta a 'risorse zero' all'interno di AMD e SID, è stata resa possibile grazie all’ampia e generosa adesione dei soci di entrambe le società di diabetologia. Il numero 800 942 425 sarà attivo a partire da
Coronavirus / oltre 7.900 candidature a ‘Medici per Covid’

Coronavirus / oltre 7.900 candidature a ‘Medici per Covid’

Coronavirus, News
Sono oltre 7.900 le candidature raccolte in 24 ore con 'Medici per Covid'. L'operazione, lanciata venerdì 20 marzo dal ministro per gli Affari regionali e Autonomie Francesco Boccia durante una conferenza stampa nella sede del Dipartimento della Protezione Civile, è terminata alle 20 di sabato 21. Prevedeva la possibilità di presentare la propria candidatura per entrare a far parte della task force di 300 medici che opereranno a supporto delle strutture sanitarie regionali impegnate nell'emergenza coronavirus. Nelle 24 ore in cui è stato possibile compilare il form online dedicato all'iniziativa 'Medici per la Protezione civile, "il Dipartimento - informa la stessa Pc- ha raccolto oltre 7.900 candidature che saranno valutate nelle prossime ore. Ringraziamo tutti i medici che, su base v
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com