domenica, Dicembre 4
Shadow

NEWS | ECONOMIA | Cosa rientra nel bonus sicurezza 2022? Chi ne usufruisce e come pagare.

Tutto quello che c’è da sapere sul bonus sicurezza 2022: cosa rientra, chi ne usufruisce, a quanto ammonta e come occorre pagare per otte

La Legge di Bilancio ha confermato anche per il 2022 il cosiddetto Bonus Sicurezza, un’agevolazione che permette di ottenere una detrazione fiscale sulle spese sostenute per l’installazione di sistemi antifurto, allarmi e videosorveglianza nelle abitazioni: vediamo come funziona, cosa rientra, a chi spetta e come pagare per riceverlo.

Bonus sicurezza 2022: cosa rientra 

La detrazione è pari al 50% dell’importo pagato e viene riconosciuta fino ad una spesa complessiva di 96 mila euro. Il rimborso è ripartito in 10 quote annuali di pari importo e si può ottenere anche senza ristrutturare casa. Gli interventi per i quali è possibile richiederlo sono volti a prevenire sia il rischio di atti illeciti (come furti e aggressioni) che altri incidenti domestici come gli incendi. Questi comprendono:

  • il rafforzamento, la sostituzione o l’installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici
  • l’apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione
  • l’installazione di porte blindate o rinforzate
  • l’apposizione o la sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini
  • l’installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti
  • l’apposizione di saracinesche
  • l’installazione di tapparelle metalliche con bloccaggi
  • l’installazione di vetri antisfondamento
  • l’installazione di casseforti a muro
  • l’installazione di fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati
  • l’installazione di apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline
  • l’installazione d’impianti di rilevazione incendi, evacuazioni e controllo fumi

Bonus sicurezza 2022: a chi spetta

Ad avere diritto all’agevolazione sono:

  • proprietari dell’immobile, familiari e conviventi
  • inquilini in affitto, che devono avere però il consenso del proprietario
  • titolari di diritto di godimento di un immobile (come chi ha il comodato d’uso gratuito o l’usufrutto
  • soci di cooperative)
  • imprese individuali, familiari, società

Requisito necessario per poter ottenere il bonus è l’essere in regola con il pagamento dell’IMU ed essere intestatari delle spese.

Bonus sicurezza 2022: come pagare

Altra condizione da rispettare per usufruire della detrazione è il ricorso ad un metodo di pagamento tracciabile, vale a dire carta di credito o debito, bancomat o bonifico bancario. In quest’ultimo caso bisogna indicare il codice fiscale del beneficiario, la Partita Iva o il Codice Fiscale del professionista o l’impresa che effettua i lavori, la causale di versamento, il numero e la data della fattura e l’importo.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com