lunedì, 15 Agosto
Shadow

LIBRI | “UNA PRIMAVERA ITALIANA” – Cercando la verità tra le colline e le chiese del Monferrato di Giovanni CASALEGNO

«È morto tuo padre.» «Non ho sentito, zia.» «È morto tuo padre.» Silenzio. «Non sapevo neppure fosse ancora vivo. Avevo dimenticato di averlo, un padre». Maya è nata in Italia e fino a sei anni ha vissuto in un piccolo paese del chierese, vicino a Torino. Fino a quell’incidente in cui è morta la madre. Un incidente causato dal padre, che guidava ubriaco. Così le hanno detto gli zii, con cui vive a New York. Glielo ripetono da venticinque anni, ma lei non ricorda. Ora Maya e un’apprezzata autrice di libri per bambini. Quel padre non è mai esistito, non si è mai fatto vivo, non le ha telefonato o scritto. È scomparso dalla sua vita. Ora quel padre è morto. Un notaio l’aspetta in Italia. Maya parte per il paese del padre, l’immaginario Montrucchio (alias Moncucco), dove il genitore viveva isolato dedicandosi alle traduzioni dall’inglese. E l’apertura del testamento apre il passato sotto i suoi piedi e dà il via a una “caccia al tesoro” tra libri e chiese romaniche del Monferrato astigiano.

«Cara Maya, se stai leggendo questa lettera significa che qualcosa dentro di te è successo (…). Tu penserai che si tratterà della mia verità, sì, sarà la mia versione verso la quale ti accompagnerò se vorrai seguirmi. Poi sarai tu a decidere a quale lato della medaglia credere. Sono anni che voglio farlo, ma non ci sono mai riuscito (…). Non posso pensare di morire con l’idea che mi ossessiona da sempre, che tu possa continuare la tua lunga esistenza con la certezza di aver avuto un padre che ha commesso quello che ti hanno raccontato».

Attraverso le lettere paterne, i libri della vasta biblioteca, la casa, le colline e le vigne del chierese e dell’astigiano, i giri in bicicletta, Maya ritrova suo padre. Le pievi di San Lorenzo di Tigliole, San Martino di Buttigliera, San Martino di Montafia, San Secondo di Cortazzone, San Giorgio di Bagnasco, Santa Maria di Vezzolano e San Vittore a Montemagno, sono anch’esse protagoniste di un disvelamento al tempo stesso esistenziale e culturale: ritroviamo la nostra vera storia solo insieme al valore delle nostre radici.

 

Giovanni Casalegno è nato a Chieri nel 1962 e risiede a Moncucco Torinese. Insegna Materie letterarie all’Istituto P. Andriano di Castelnuovo Don Bosco. Ha pubblicato romanzi  e racconti. Ha scritto alcuni dizionari settoriali (sul lessico erotico, sul gergo giovanile e sugli insulti) e attualmente si occupa anche di editoria scolastica. Per Neos edizioni ha pubblicato il romanzo gastronomico “Ultima cena al Mac Pi” (2015), e numerosi racconti nelle collane antologiche “Chieri, Freisa e rubatà”, “Brindare alla vita”, “Natale a Torino”, “Spirito d’estate”.

328 pagine – € 23,00

www.neosedizioni.it   Via Beaulard 31, 10139 Torino, Info: 0117413179

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com