sabato, 19 Settembre
Shadow

BUONI SPESA. SICCHIERO: “DEFINITE LE MODALITA’ DI EROGAZIONE DEI BUONI SPESA: DA 80 A 250 EURO PER ACQUISTO ALIMENTI E PRODOTTI PRIMA NECESSITA’”

Da lunedì 6 aprile sarà possibile richiedere i Buoni spesa.

Previsti Voucher da 10 euro ritirabili presso l’Ufficio Servizi Sociali

Da lunedì 6 aprile saranno disponibili i buoni spesa a sostegno delle persone e delle famiglie che si trovano in difficoltà economica a causa dell’emergenza Coronavirus. Il modulo per richiedere i Buoni spesa è scaricabile dal sito del Comune di Chieri, dove sono indicati i requisiti per averne diritto e la procedura per ottenerli. Lo annuncia il Sindaco di Chieri, Alessandro SICCHIERO. “Con un apposito atto di indirizzo abbiamo definito modalità per l’erogazione dei 196mila euro assegnati dall’Ordinanza del Capo della Protezione Civile come forma di sostegno immediato per coloro che sono più colpiti dagli effetti economici dell’emergenza Coronavirus. Abbiamo scelto di distribuire queste risorse attraverso la modalità dei Buoni spesa, a scadenza quindicinale, utilizzabili solo per l’acquisto di generi alimentari e altri prodotti di prima necessità, ma abbiamo anche previsto carte prepagate emesse dagli esercizi commerciali. Questa emergenza sanitaria sta causando nuove forme di povertà: pensiamo a tutti coloro che avevano come fonte di reddito un’attività lavorativa bloccata dal lockdown, che devono comunque pagare affitti e sostenere altre spese, e che quindi non hanno disponibilità finanziarie per mangiare. Un mondo fatto non solo da lavoratori precari, ma da artigiani, parrucchieri, estetisti, magazzinieri, colf, badanti…che si aggiungono a tutti quei chieresi che già prima si trovavano in situazione di difficoltà e sono seguiti dai servizi sociali. I Buoni spesa partono dagli 80 euro per i nuclei familiari di 1 componente, quindi 120 euro per i nuclei con due, 160 per quelli con tre, fino ad un massimo di 250 euro per le famiglie numerose, e saranno erogati attraverso appositi voucher del valore di 10 euro l’uno che potranno essere ritirati preso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune oppure, per le persone non autosufficienti o in quarantena, consegnati a domicilio da personale incaricato. Sul sito comunale verrà pubblicato un Elenco Aperto degli esercizi commerciali dove poter effettuare acquisti con i Buoni. Ovviamente, il Comune effettuerà le opportune verifiche”.

Per aver diritto ai Buoni spesa occorre essere residenti nel Comune di Chieri, avere cittadinanza italiana o europea (oppure permesso-carta di soggiorno per i cittadini di Stati extra Ue), e trovarsi in stato di assoluto bisogno economico e assoluta necessità di generi alimentari e beni di prima necessità a causa della riduzione o assenza di entrate economiche, per effetto dell’emergenza Covid-19.

Per richiedere il Buono spesa occorre scaricare l’apposito modulo dal sito del Comune di Chieri, compilarlo e inviarlo a protocollo@comune.chieri.to.it allegando la fotocopia del documento d’identità. Se non si ha la possibilità di inviare una mail, la domanda potrà essere ritirata a domicilio a cura del personale incaricato dal Comune/enti gestori/enti del terzo settore o dai volontari muniti di apposito tesserino di riconoscimento

Coloro che percepiscono già sussidi o contributi pubblici, come la cassa integrazione, la Naspi, il reddito di cittadinanza, la pensione, ecc., potranno comunque beneficiarne, ma con una riduzione del valore del Buono fino al 50% e previa verifica da parte dei Servizi Sociali dell’effettivo stato di necessità, tenendo conto di diversi fattori, tra cui la presenza di minori o di persone con disabilità nel nucleo familiare”.

E’ possibile richiedere informazioni al Telefono Sociale Comunale contattando i numeri: 011.9428.700 – 011.9428.701 dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17  oppure inviando una email all’indirizzo: politichesociali@comune.chieri.to.it

https://www.comune.chieri.to.it/sociale-salute/coronavirus-buoni-spesa

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com